La costa - Palermo Facile

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Palermo

Tutta la costa Palermitana da nord- ovest a sud- est offre delle emozioni uniche per la diversità geologiche per la Storia che per i nuclei sociali che la abitano.
la costa e costituita alla base da grandi massi calcareI a partenza di monte GALLO E MONTE PELLEGRINO .Dalle falde di monte gallo si puo' visitare la riserva naturalistica di Capo Gallo fornito di un piccolo porticciolo eclusivamente turistico costituito da un molo a tre bracci interamente banchinato, il fondo marino e' roccioso-sabbiosa l' antico dammuso della Torre Amari , la costa frastagliata della Marinella le grotte dell'Olio e del Faro, sono solo alcuni dei luoghi che fanno di questa riserva uno scrigno naturalistico unico nel suo genere tanto da renderlo affascinante sopra e sotto il mare.Proseguendo troviamo lo svilupparsi di borgate marinare vedi Mondello, Sferracavallo, Vergine Maria , Arenella e Acquasanta.Fra questi quello piu' attivo itticamente e Sferracavallo, il quale offre anch'esso dei fondali rocciosi che sabbiosi ospitando una grande varietà di pesci tipici del Tirreno.
Continuando troviamo la Baia del Corallo la quale permette facili escursionidei suoi fondali mariniIl golfo di Mondello e per eccellenza la spiaggia dei Palermitani, sempre nell'insenatura di Mondello si trova il porticciolo anchesso prettamente turistico , di punta Celesi,costituito da un piccolo molo banchinato i fondali sono sabbiosi . Da Punta Priola in poi segue l'Addaura il cui mini porticciolo e ' costituito da un molo e da una banchina di riva il fondale e' sabbioso con fondali che raggiungono dai 2 ai 3 m di profondità.Proseguendo su questo fianco si arriva a monte Pellegrino Riserva naturale ove si trovano le borgate di Vergine Maria e Arenella , consolidatesi attorno le tonnare Bordonaro e alla tonnara Florioa attorno il 600.Il porticciolo dell'Addaura presenta un fondo marino prevalentemente sabbioso e' fornito di officine e di un bacino carenaggio dove si eseguono lavori di riparazione di piccole imbarcazioni o la custodia di esse.Ultima borgata del Pellegrino e' l'Acquasanta e la sua Marina di Villa Igiea protetta da due moli proseguendo arriviamo al porto turistico di Palermo con fondale marino anch'esso sabbioso con una profondità variabile da 2 a 12 mt. Il polo commerciale del cantiere navale del porto della città e della cala costituisce un limite lungo la costa palermitana al di sotto della quale la costa sud - orientale ,oltre a cambiare paesaggio , aspetta grandi risanamenti ambientali. Si tratta della costa del golfo di Palermo costituita da una sequenza di borgate cadute in degrado: Acqua dei Corsari, Bandita, Sperone e Sant'Erasmo le quali avevano una loro attività ittica esaurita la loro potenzialità dal dopoguerra con essa la balneabilità di queste ultime, per la quale presso Romagnolo erano rinomati i bagni della salute, un tratto questo della costa che garantiva salubrità per la particolarità delle acque.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu